Focaccia genovese Bimby

Focaccia genovese Bimby

La ricetta per il bimby della morbidissima focaccia genovese.

0
4322
Focaccia genovese Bimby
Focaccia genovese Bimby

Oggi nonostante sia il 17 Marzo, quindi è San Patrizio patrono dell’Irlanda, non ci sarà nessuna ricetta a tema. 😀 Vado sempre contro corrente.

Mancano 2 giorni alla festa del Papà e io per l’occasione ho voluto testare una ricetta che so che piacerà moltissimo al mio, la focaccia genovese.

Spesso mi è capitato da piccolina che mio padre una volta tornato dal mercato con mia madre, ci risolvesse il pranzo del sabato con una buonissima focaccia bianca, che puntualmente scaldava il giusto e la farciva con affettati o pomodoro.

Per la ricetta della focaccia genovese ho deciso di affidarmi a quella di Viva la focaccia.

Oltretutto come se non bastasse domenica avremmo 3 feste riunite in un unico giorno: la festa di compleanno di Noemi, la festa del papà e l’onomastico del mio compagno. Ci sarà da ridere. 😀

Vi auguro di passare un piacevole weekend.

Alla prossima ricetta!

Nea!

VN:F [1.9.22_1171]

Ti piace questa ricetta?

Voto: 3.5/5 (13 voti totali)
Focaccia genovese Bimby, 3.5 out of 5 based on 13 ratings
  • Tempo
  • Spesa
  • Persone
    + 5
  • Difficoltà

Ingredienti

  • 190 gr di acqua
  • 20 gr di olio EVO
  • 7 gr di sale
  • 3 gr di malto (o in alternativa miele)
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 300/350 gr di farina 0

Per l’emulsione:

  • 30 gr di olio EVO
  • 40 gr di acqua

Preparazione

Mettere nel boccale l’acqua, il lievito e il malto, emulsionare: 20 sec. vel. 4. Unire la farina l’olio e il sale, mescolare: 3 min. vel. Spiga. Se necessario aggiungere dell’altra farina, l’impasto dovrà risultare compatto ma morbido e lavorabile. Mettere su un ripiano leggermente infarinato, coprire con un canovaccio e lasciar riposare per 15 minuti circa. Successivamente praticare all’impasto una o due pieghe a metà, dandogli una forma rettangolare senza impastare troppo, coprire nuovamente con un canovaccio e lasciar riposare per altri 10 minuti. Prendere la classica leccarda da forno e versargli al centro dell’olio (almeno 3 cucchiai) e posizionarvi sopra l’impasto, spennellare la superficie con altro olio (serve per non far venire la crosta all’impasto) e mettere a lievitare nel forno spento per circa 1 ora (dovrà raddoppiare di volume). A questo punto prendere la teglia e stendere la focaccia senza però tirarla, ma al contrario facendo delle pressioni sull’impasto con le mani. Spolverare con un velo piuttosto abbondante di sale fino (serve per non far venire la crosta durante la lievitazione), riporre la teglia nel forno spento e lasciar lievitare per altri 30 minuti. A questo punto in un bicchiere mescolare bene l’acqua con l’olio e versare sull’impasto aiutandosi con un pennello da cucina. Imprimere energicamente con le dita l’impasto per creare i caratteristici buchi della focaccia. Lasciar lievitare per un’altra oretta nel forno spento. Successivamente cuocere in forno preriscaldato a 220° per 15 minuti circa. Lasciar raffreddare su una gratella prima di tagliarla e servirla… Buon appetito!

Il mio consiglio

Un appunto che fa Vittorio nella sua ricetta è di essere gentili con l’impasto quando viene infornato, evitando movimenti bruschi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Registrati e/o effettua l'accesso
per stampare la ricetta!
E' gratis! :)


Per registrarti clicca sul link "Accedi" in alto a destra.

Se invece hai già effettuato l'accesso, clicca sull'icona "Stampa" in fondo alla ricetta.

Pin It on Pinterest

Share This